Ciò che si consuma

Aver percorso mezzo secolo di vita e non essere quindi più un giovanotto (da un pezzo a questo punto) ha comunque  i sui vantaggi, per esempio quello di riuscire  apprezzare delle cose che molti oggi quasi non arrivano a comprendere.

Prendiamo il regalo che più mi è piaciuto quest’anno: un giradischi Rega Planar RP1.

Rega Planar RP1
Rega Planar RP1

L’ho montato quasi emozionato, ho tirato giù il primo LP da me comprato più di 30 anni fa, i concerti per violino di Mendesshon e Bruch interpretati da un giovanissimo Shlomo Mintz e dalla Chicago Symphony Orchestra diretta da Claudio Abbado e mi sono messo sul divano ad ascoltare. I minuti passavano e, dopo aver superato l’emozione intensa che sempre mi provocano queste note, ho cominciato a riflettere sul perchè oggi, superati anche i CD, si dovrebbero spendere soldi per apparecchi anacronistici e si dovrebbe occupare spazio prezioso della libreria con ingombranti collezioni di LP. Oppure perchè oggi in un mondo sempre più digitale si dovrebbe tornare a combattere con la polvere e l’elettricità statica.

continua a leggere…